Ambiente, territorio, agricoltura e pesca

Il territorio ha rappresentato in questi anni la nostra priorità assoluta, sia per quanto riguarda le opere di mitigazione del rischio idrogeologico che per quanto concerne gli aiuti al mantenimento diffuso del territorio e delle tradizioni marinare.
Il dialogo con le associazioni di categoria e le aziende agricole è stato proficuo. Vogliamo proseguire in questa direzione perché tantissimo è ancora da fare.
L’introduzione del sistema di raccolta differenziata porta a porta andrà migliorato, a vantaggio della facilità di fruizione da parte dell’utenza e del rispetto del suo diritto “alla quiete”, senza stravolgere il principio alla base di questa azione, ossia una netta diminuzione della quantità di rifiuto indifferenziato per la tutela dell’ambiente e maggiori risparmi a medio-lungo termine.

I nostri progetti concreti sono:

INTERVENTI SUL TERRITORIO

  • Mitigazione del Rischio Idrogeologico
    • Realizzazione del canale scolmatore in sotterranea. A seguito delle prime indagini geologiche è già stato finanziato lo studio di fattibilità tecnico- economico dell’opera, che consentirà di mettere in sicurezza il centro storico di Monterosso al Mare rispetto a futuri eventi alluvionali.
    • Interventi di sistemazione dei Torrenti Fegina (Via IV Novembre) e Molinelli. La Regione Liguria ha finanziato una serie di interventi di mitigazione del rischio idraulico che andranno ad aumentare la sicurezza dell’abitato di Fegina.
  • Interventi di Riqualificazione di zone di Pregio Culturale, Ambientale e Sociale
    • Riqualificazione dell’area compresa tra il Convento dei Cappuccini ed il Cimitero. Il progetto, legato a un finanziamento ARES, prevede il restauro della Torre Circolare e delle mura di cinta, la realizzazione di un percorso tematico lungo aree adibite alle colture storiche della Liguria, e la creazione di spazi aperti per manifestazioni ed incontri pubblici.
    • Riqualificazione dell’area ex Cinema Giardino.
    • Manutenzione e ristrutturazione del cimitero comunale e del castello medioevale. E’ stato avviato uno studio di fattibilità tecnica ed economica per avere un quadro complessivo degli interventi di rinforzo strutturale delle mura del castello, di restauro della Cappella e del quadro di San Cristoforo, di sistemazione dei percorsi interni e delle epigrafi funebri. Si procederà per lotti funzionali, con l’obiettivo di arrivare entro pochi anni alla ristrutturazione completa di uno dei luoghi più cari ai monterossini.
  • Interventi di risparmio energetico, ammodernamento tecnologico e messa a norma per gli impianti di illuminazione pubblica. Attraverso lo strumento del Project Financing, si effettuerà la sostituzione di tutti i lampioni e i punti luce del territorio comunale tramite elementi a basso consumo (tecnologia LED). Contemporaneamente, saranno potenziate le linee esistenti e realizzati alcuni interventi di illuminazione artistica.
  • Manutenzione diffusa del territorio. La carenza di manodopera interna rende difficile eseguire piccoli e diffusi interventi di manutenzione con tempestività. Si procederà ad affidare a una ditta o cooperativa un servizio di pronto intervento al fine di consentire una rapida sistemazione dei problemi riguardanti in particolar modo il patrimonio comunale e le vie pubbliche.
  • Manutenzione del verde pubblico e del paesaggio. Ci proponiamo di rendere, per quanto possibile, il nostro paese ancora più bello e curato dal punto di vista estetico e funzionale. Ci impegniamo a migliorare il verde pubblico, a incrementare, ove possibile, i punti di seduta con panchine consone al paesaggio e a creare, ove possibile, all’interno delle aree di verde pubblico, appositi spazi per lo “sgambamento” dei cani, a tutela dell’igiene e della salute pubblica.
  • PUI (Piano Urbanistico Intercomunale) con i Comuni di Vernazza e Riomaggiore. Lo strumento principale che disciplinerà le attività edilizie, economiche e sociali di Monterosso sarà il nuovo PUI che andrà a sostituire il vecchio Piano Regolatore Comunale del 1977. Un unico Piano Urbanistico per tre comuni della Liguria, il primo esempio in assoluto per la nostra realtà regionale. Un percorso iniziato circa due anni fa, che ora entra nel vivo.
  • Miglioramento della Rete Fognaria, in modo che sia adeguata alle esigenze della popolazione, nella stagione invernale come nella stagione della massima affluenza turistica; ulteriore miglioramento del sistema di depurazione, in collaborazione con l’Ente Parco, il Ministero dell’Ambiente e gli altri Enti interessati, in modo che sia assicurata la massima qualità possibile delle acque dell’Area Marina Protetta.

RACCOLTA DIFFERENZIATA E TUTELA AMBIENTALE

  • Perfezionare il sistema di Raccolta Differenziata rendendolo più agevole per l’utenza, senza perderne l’efficacia. Nel corso di questi anni abbiamo completamente ridefinito sia il progetto tecnico che economico per la gestione dei rifiuti. Questo ci ha permesso di raggiungere per la prima volta gli obiettivi di legge e contemporaneamente di abbassare sensibilmente la tariffa TARI. Il sistema di raccolta porta a porta adottato ha dato buoni risultati in termini di percentuale differenziata. Deve però essere migliorato per renderlo meno impattante dal punto di vista estetico, meno rumoroso, di più agevole fruizione da parte della popolazione. In tal senso abbiamo già reperito i fondi per acquistare due isole ecologiche informatizzate, che sono pronte ad essere installate, da destinare al conferimento delle utenze domestiche residenti. Intendiamo che questo sia solo il primo passo per rendere il sistema della raccolta dei rifiuti non solo efficace, ma anche un vero servizio soddisfacente per la popolazione.
  • Realizzazione di un Eco-centro Comunale per il primo stoccaggio dei rifiuti e conseguente ulteriore riduzione dei costi per la gestione. Grazie a un finanziamento di circa 300.000 Euro è già in fase avanzata un progetto per la realizzazione di un nuovo eco-centro adeguato alle normative vigenti, da realizzare in località Termine, in condivisione con il Comune di Vernazza. Il primo stoccaggio dei rifiuti e l’installazione di attrezzatture per il compostaggio consentirà di sfruttare a pieno i benefici della raccolta differenziata e ridurre drasticamente i costi di gestione.
  • Potenziare la Campagna di Sensibilizzazione per la Tutela Ambientale all’interno della nostra comunità. Ci proponiamo di organizzare eventi nelle scuole e in paese per avvicinare grandi e piccini alle problematiche ambientali, in modo che possano farsi attori consapevoli e diretti della lotta contro l’inquinamento e il mancato rispetto verso l’ambiente e il paesaggio.
  • Disincentivare l’uso d’imballaggi e contenitori per la somministrazione di cibi e bevande in plastica, promuovendo l’uso di imballaggi eco-sostenibili.
  • Incrementare e semplificare il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti e/o dannosi per l’ambiente, in modo da ridurre al minimo lo smaltimento abusivo.

AGRICOLTURA e PESCA

  • Rifacimento e potenziamento della rete di monorotaie al servizio degli agricoltori e delle aziende agricole. Su iniziativa dell’Associazione Agricoltori Monterosso, la Regione Liguria, con fondi dell’Unione europea, ha concesso un finanziamento di 600.000 euro per il rifacimento, l’adeguamento e il prolungamento (Vettora) delle quattro linee di monorotaie al servizio degli agricoltori monterossini, di proprietà del Comune di Monterosso. Il progetto sarà realizzato entro i prossimi 24 mesi.
  • Valorizzazione della valle del Morione con recupero e potenziamento fondiario. Prendendo spunto dal Progetto LIFE, di finanziamento del recupero dei muri a secco dell’anfiteatro di Manarola, ottenuto dalla Fondazione Manarola e dal Parco Nazionale 5 Terre, il Comune di Monterosso ha proposto e inserito come azione da replicare il ripristino delle antiche sistemazioni idraulico-agrarie rappresentate dai terrazzamenti e dalle opere di regimazione idrica ad essi collegate nella Valle del Morione, al fine di contribuire in maniera sostanziale ad un miglioramento dell’assetto idrogeologico di una zona posta immediatamente a monte del nucleo storico. Ci proponiamo analoghe iniziative per altre aree del territorio comunale.
  • Supporto al recupero e all’espansione delle attività agricole nel territorio del Comune di Monterosso. La bellezza del paesaggio e la sicurezza dell’ambiente dipendono in modo diretto dallo stato di conservazione dei muri a secco e dalla coltivazione dei terreni. Ci proponiamo di sostenere le attività di ricostruzione dei muri a secco e la conservazione ed espansione delle coltivazioni tradizionali (uva, limoni, orti) mediante opportune iniziative presso il Parco delle Cinque Terre e di concerto con i Comuni di Vernazza e di Riomaggiore (a titolo esemplificativo: sostegno al prolungamento dell’acquedotto irriguo da Vernazza a Monterosso; possibilità di aprire vie di comunicazione rigorosamente dedicate allo sfruttamento agricolo dei fondi).
  • Supporto alle attività di pesca. Assieme all’agricoltura, la pesca ha costituito per secoli una delle principali attività economiche dei Monterossini. Ci proponiamo di sostenere la conservazione e l’espansione delle attività di pesca imprenditoriali aventi sede nel Comune di Monterosso, incentivando in particolare le iniziative di giovani imprenditori.